• HISTORIA SWISS TRAVEL CLUB
  • L'AFFASCINANTE MONDO DEI TRENI
  • LE MONDE FASCINANT DES TRAINS
  • FASZINIERENDE BAHNRUNDREISEN
  • HISTORIA SWISS TRAVEL CLUB
  • L'APPUNTAMENTO CON LA STORIA
  • LES RENDEZ-VOUS DE L'HISTOIRE
  • HÖHEPUNKTE DER GESCHICHTE

Data: 16.06.2019 - 02.07.2019 - 17 giorni di viaggio

La Via della Seta

Tour della Cina in 17 giorni

 

I primi giorni di questo tour sono dedicati alla visita dei luoghi assolutamente da non perdere di Pechino e Xi’an, come il Palazzo d’estate, il Tempio del cielo, Piazza Tienanmen e la Città proibita, tutti luoghi importanti e ricchi di storia. A questi si aggiungono la straordinaria edificazione della Grande muraglia e l’armonia Feng Shui delle Tombe imperiali della dinastia Ming. Altri must sono l’Esercito di terracotta, che veglia sulla tomba dell’imperatore Qin Shi Huang dal 200 a.C. e che venne scoperto a Xi’an, e la Pagoda della Grande Oca Selvatica. Ed è sempre da Xi’an – antica capitale della regione – che circa 2.250 anni fa partiva la leggendaria Via della Seta, seguendo la Grande muraglia a nord-ovest, passando per il deserto del Taklamakan, dominando le mont gne del Pamir, attraversando l’Afghanistan verso il Vicino Oriente e da lì raggiungendo l’Europa occidentale. La parte finale del viaggio a Urumqi sarà dedicata al museo delle famosemummie risalenti a 4.000 anni fa: ancora oggi alcuni misteriosi volti europei rappresentano un enigma per gli archeologi. L’epoca d’oro di questo percorso per carovane è compresa tra il 100 a.C. e il XIII secolo. Divenuto pericoloso, nel tempo venne utilizzato sempre meno fin quando, cent’anni dopo, grazie ai Mongoli ridivenne attivo fino al XI secolo. Riscoperta nel XX secolo per il trasporto di merci e persone, oggi la Via della Seta fa parte di un grande progetto cinese da 900 miliardi di dollari, destinato alla creazione di un’immensa rete di strade, treni, porti e aeroporti tra l’Asia e l’Europa. Questo tour ricco di contrasti, caratterizzato dalla presenza di numerosi e antichi caravanserragli, permette di scoprire paesaggi unici e molteplici sfaccettature dell’antica Cina grazie, tra l’altro, a trasporti ultramoderni.